Chi siamo


NOVALUNA è un'associazione culturale attiva dal 1994. 
Questa è la sua CARTA D'IDENTITA', 
pubblicata in occasione dell'incontro pubblico di presentazione il 18 ottobre 1994 

SIAMO
un gruppo di cittadini di diversa provenienza culturale e politica che credono valga la pena di salvare alcuni valori fondamentali su cui costruire una nuova proposta, superando schemi che non si adattano più all'attuale fase storica e alle esigenze del paese.

CERCHIAMO
spazi politici oltre le ideologie ma non oltre ideali comuni.

INTENDIAMO
costituire un punto di riferimento per chi vuole restituire dignità alle ragioni e ai contenuti della politica, superando il desiderio diffuso di delega, fissando obiettivi chiari e realizzabili per cogliere opportunità di rinnovamento.

VOGLIAMO
lavorare insieme a coloro che considerano valori irrinunciabili la libertà, la democrazia, la dignità della persona.

DIFENDIAMO:
L'ANTIFASCISMO
come scelta di civiltà in contrapposizione a chiunque ritenga che possano esistere fasi politiche o epoche storiche ne quali la libertà non costituisca un bene primario.

IL LAVORO
come diritto e dignità della persona, come promozione di uno sviluppo compatibile con l'ambiente.

LO STATO SOCIALE
come strumento di solidarietà ed equità, per l'affermazione dei diritti individuali di tutti i cittadini, combattendo sprechi e parassitismo, come garanzia per l'erogazione di servizi efficaci ed efficienti.

IL DIRITTO ALL'ISTRUZIONE
che, oltre a garantirne un più alto livello, ponga i cittadini su un piano di parità. La centralità della scuola pubblica, laica, pluralistica, aconfessionale, pur nella libertà della scelta dell'istruzione privata.

LA LIBERTA' D'INFORMAZIONE
quale strumento irrinunciabile di uno Stato autenticamente laico e liberale, capace di fare convivere nelle libertà il pluralismo delle opinioni e delle confessioni, garantito da una moderna legislazione antitrust.

RITENIAMO
questi alcuni punti sui quali fondare una nuova azione che abbia come obiettivo lo sviluppo economico, sociale e culturale della nostra città.

CHIUNQUE
condividendo questi valori, ritenga di aderire per tradurre l'esigenza individuale in iniziativa comune, potrà partecipare per le proprie competenze e sensibilità, da cittadino che desidera occuparsi della sua città.

RIVOLGIAMO
questo appello ai circoli culturali, alle associazioni attive in città, a tutti coloro che ritengano che un'azione collettiva possa positivamente incidere sui problemi e sulle tematiche della vita amministrativa, sociale e culturale
di Monza

Firmatari dell'iniziativa:

Achilli Michele
Bellini Antonio
Bellini Vittorio
Bergomi Roberta
Bonvicini Vincenzo
Casati Pompeo
Cinquanta Massimo
Colombo Alberto
Colombo Cesare
Conti Paola
Crippa Giorgio
Deandrea Gabriella
Di Rienzo Vincenzo
Donzelli Francesco
Faglia Michele
Frigerio Gianni
Iotti Anna
Lavigna Anna Maria
Manzoni Ermanno
Mussi Giovanna
Ripamonti Massimo
Rossi Umberto
Rovelli Cesare
Russo Pietro
Sanvito Edoardo
Sbarrato Elio
Scanagatti Roberto
Scarno Edilio
Vegetti Gisella
Viganò Alfredo
Villa Guido