Raffaele Cormio, botanico, e la sua xiloteca

19 Maggio 2016 alle ore 21 al Teatrino

della Villa Reale di Monza

 

Mami Azuma

presenta

 

Raffaele Cormio: un botanico non accademico del Novecento e la sua xiloteca

 

 

Alla scoperta di Raffaele Cormio (1883-1952), che fu Soprintendente del Parco e della Villa Reale di Monza per il biennio 1937 - 1939 e commissario per il verde del Comune di Milano. Un personaggio poco conosciuto che ha avuto il merito di raccogliere una cospicua raccolta di campioni legno di tutto il mondo, istituendo la Civica Siloteca Cormio (1935-1955).

Fino ad ora la collezione è rimasta nei depositi del Museo di Storia Naturale di Milano, visitabile solo in alcune occasioni; il patrimonio non solo legnoso, ma anche culturale è stato conservato e protetto negli anni, in attesa di un’esposizione dei campioni più rilevanti, prospettiva che si sta finalmente concretizzando.

Ripercorriamo brevemente la storia di un istituto, unico nel suo genere, le cui vicende si sono intrecciate con la storia passata e recente del Parco di Monza.

Nato a Molfetta l'8 febbraio 1883, Raffaele Cormio è figlio di un costruttore navale. Da sempre appassionato al legno e ai suoi usi, acquisterà nel corso degli anni una competenza profonda e originale, costruita sul campo più che nelle accademie. A causa di problemi familiari il Cormio è costretto ad abbandonare gli studi e quindi emigra negli Stati Uniti d'America, dove si stabilisce per due anni (1906-1907) a Hoboken - New York; qui è impiegato come tecnico presso una fabbrica di matite. Dai sui scritti ci rileva che il progetto di realizzare una siloteca prende avvio quando, sul lavoro, si trova in difficoltà a identificare il legno usato per la produzione. Il primo campione, risalente al giugno 1907, è il cedro rosso da matita (o cedro virginiano) portato dagli Stati Uniti.
Morì il 1° agosto 1952 a Varese, dove era ricoverato in seguito alle conseguenze di un infortunio sul lavoro avvenuto nel marzo 1950, quando un ramo di cedro cadendo lo colpì sullo sterno provocando gravi lesioni.

 

Mami Azuma, Conservatore della sezione di Botanica del Museo di Storia Naturale di Milano, si è sempre occupata della xiloteca, grazie alla formazione forestale acquisita alla facoltà di Agraria e Scienze Forestali di Firenze.


La presentazione di Mami Azuma

Foto della serata